Attendi qualche secondo...

IL PERCORSO DI

Empowerment della gioventù

Ricerca e Analisi | Formazione | Confronto e Condivisione | Azione | Verifica

SALUTE-1200x800.jpg

11 Dicembre 2019 GiovaniCRI

Ogni anno fai l’abbonamento in palestra e ti dici che stavolta sarà diverso? Dimentichi regolarmente il borsone a casa? In settimana sei stanco o non hai tempo e nel weekend hai altro da fare? Che ne dici di provare a camminare?

Anche all’Assemblea Nazionale dei Giovani CRI l’attenzione è alta nella promozione della salute e stili di vita sani. Un vero e proprio cammino per coadiuvare i beneficiari nel loro personale percorso attraverso tutti gli stadi verso il cambiamento, dalla conoscenza all’approvazione, dall’intenzione all’azione, fino all’ultimo gradino dove il beneficiario stesso diventa agente di cambiamento

Camminare è il modo più semplice di fare attività fisica, regala numerosi benefici al corpo e alla mente.

I dati del sistema di sorveglianza PASSI mostrano che il 31,7% degli intervistati di 18-69 anni può essere classificato come attivo), il 34,7% come parzialmente attivo e il 33,6% come sedentario. La proporzione di adulti sedentari aumenta con l’età, è maggiore fra le donne, fra i più svantaggiati economicamente, fra i meno istruiti.

Pensaci, il walking è un toccasana per la linea e la salute alla portata di tutti.
Ecco qualche informazione e consiglio utile per iniziare.

I benefici di camminare

Camminare fa bene. Ma quali sono i principali benefici della camminata? Eccone alcuni.

  1. Camminare allena il cuore Il cuore è un muscolo: più viene allenato e più diventa forte ed efficiente.
  2. Camminare abbassa la pressione Quando sei in movimento, i muscoli richiedono più ossigeno, quindi più sangue. Questo viene trasportato dalle arterie che così, si espandono e diventano più elastiche. Risultato? Abbassi la pressione sanguigna in modo naturale.
  3. Camminare fa bene al sistema immunitario le tue difese immunitarie saranno più attive, aumenterà il rilascio di edorfina, stimolerà il sistema linfatico, diminuirà il livello di stress e ti sentirai più riposato.
  4. Camminare tonifica e rinforza i muscoli e fa dimagrire Tutte le azioni che compiamo mentre camminiamo migliorano la circolazione sanguigna e sollecitano i muscoli delle gambe, del tronco e delle braccia. Il cuore batte più velocemente, c’è un maggiore ricambio di ossigeno, si bruciano più calorie e più grassi.
  5. Camminare fa bene alla schiena e alle articolazioni Mentre cammini, il corpo perde di rigidità, si libera dalle tensioni di ogni giorno, si rilassa. Per questo, camminare è l’ideale se soffri di dolori alla schiena. Attenzione, però: se non cammini correttamente il mal di schiena aumenta!
  6. Camminare fa bene alla vista Mentre quotidianamente siamo spesso impegnati davanti a un computer, o a leggere un libro, a cucinare, o a passare il tempo in uno spazio chiuso come la casa o l’ufficio, una camminata all’aria aperta, specie se in mezzo alla natura, farà bene ai tuoi occhi, esercitando la vista da lontano.
  7. Camminare rilassa, favorisce la concentrazione e la creatività Sei sotto stress? Vai a camminare: Quando il corpo è impegnato, la mense si riposa, ti distrai, dai libero sfogo all’immaginazione. Quando la tua mente è più leggera, ti senti più rilassato e di buon umore. Inoltre, camminare aumenta la memoria e la concentrazione.

Come camminare bene

Puoi camminare a passo veloce o lentamente, in compagnia del tuo amico a 4 zampe, nei boschi, in un parco, sulla spiaggia, lungo i viali della tua città.. Insomma, i modi per stare in forma camminando sono molti. Ma per avere reali benefici, non dimenticare alcuni piccoli accorgimenti.

  1. Scegli un buon paio di scarpe. Devono essere flessibili per permetterti di appoggiare bene il piede e abbastanza morbide per evitare le vesciche.
  2. Guarda in avanti e tieni la schiena dritta. Ricordi il consiglio delle nostre mamme, “Petto in fuori pancia in dentro”? Tienilo a mente mentre cammini.
  3. Alza le braccia. Solleva le braccia all’altezza della vita con i gomiti piegati a 90°: in questo modo i muscoli lavorano e le braccia si tonificano.
  4. Fai attenzione alla postura del piede. Questo è importante per non avere mal di schiena. Parti dal tallone per arrivare alla punta delle dita; appoggia i piedi al suolo tenendoli ben dritti, senza portare le punte in dentro o in fuori.
  5. Ricordati di respirare a fondo. Fare dei respiri profondi raddoppia il potere rilassante della camminata. Inspira a bocca chiusa ed espira a bocca aperta, e se hai il fiatone, rallenta!

Suggerimenti per piccole camminate da fare ogni giorno

Ricorda: per stare in forma camminando devi essere costante. Solo così camminare porterà dei reali benefici sulla tua salute.
Qualche idea? Ecco i nostri suggerimenti per fare piccole camminate ogni giorno.

  • Porta il tuo cane a fare una passeggiata. Vai a lavoro a piedi. Utilizza le scale. Esplora il tuo quartiere.
  • Walking meetings per aumentare la creatività
  • Quando puoi, cammina a piedi nudi
  • Preferisci camminare all’aria aperta che al chiuso, ma se proprio non puoi farne al meno, c’è il mall walking, camminata nei centri commerciali

Adatta il camminare al tuo stile di vita, e vedrai che ce la farai!

Quanto e quando camminare?

L’obiettivo sono 10.000 passi al giorno, ma anche 400 metri possono fare la differenza.

Comincia a camminare un po’ alla volta e aumenta gradualmente fino a camminare 20-30 minuti al giorno: l’importante è la costanza!
Se invece non sai quando andare a camminare… Ogni momento è buono, ma il migliore è dopo cena: aspetta 20 minuti dopo la fine del pasto, poi vai a camminare per mezz’ora. Così digerisci bene e dormi meglio.

E tu, a che punto sei sulla passeggiata della salute?

Conta i passi con l’aiuto delle impronte!

PERCORSO BIANCO: AULE

PERCORSO ROSSO: PLENARIA E MENSA


HIV-1200x800.jpg

11 Dicembre 2019 GiovaniCRI

La tavola rotonda denominata Speak out and speak loud: lotta e prevenzione alla diffusione dell’HIV/AIDS in età precoce vede l’Associazione della Croce Rossa Italiana, insieme ad altre organizzazioni della società civile ed importanti stakeholder, ribadire la sua posizione nella lotta all’AIDS ed il suo impegno nelle azioni di sensibilizzazione della popolazione sulla prevenzione alla diffusione del virus dell’HIV, soprattutto tra le fasce più giovani della popolazione. Infatti, il libero accesso ai test diagnostici gratuiti per le persone minorenni, ad oggi vincolato dal consenso espresso del genitore/tutore, resta un ostacolo alle azioni di prevenzione e diagnostica precoce del contagio da HIV/AIDS. Gli studi (Istituto Superiore della Sanità, 2017) evidenziano che i contagi da HIV in età precoce sono sempre più frequenti, ma le diagnosi sono troppo spesso tardive. L’Autorità Garante per l’Infanzia e per l’Adolescenza, in accordo con il Ministero della Salute sta lavorando al fine di rendere i test diagnostici gratuiti direttamente accessibili anche alle persone minorenni e questa tavola rotonda vuole ribadire il supporto che Croce Rossa Italiana insieme alle Associazioni ed alle Istituzioni presenti dà a questa importante iniziativa.

Modalità conferenza plenaria: 16.00 – 17.20

5 min:
GABRIELE BELLOCCHI – Vice Presidente Nazionale CRI – SALUTI

20 min:
Dott. SERGIO LO CAPUTO, Presidente Sezione Regionale Puglia SIMIT
“Gli scenari epidemiologici dell’HIV/AIDS in Italia e in Europa”

20 min:
Dott. LUDOVICO ABBATICCHIO, Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza – Puglia
“La legislazione in Italia ed in Europa su minori /HIV, l’educazione sessuale, l’accesso al test tra i giovanissimi”

5 min:
Dott. Francesco Paolo MARAGLINO, Rappresentante del Ministero della Salute
Videomessaggio

30 min:
Dott.ssa Laura RANCILIO – Vice Presidente Sezione M Comitato Tecnico Sanitario – Ministero della salute
“I giovani nel Piano Nazionale AIDS: la prevenzione, l’accesso al test, il mantenimento in cura”

Coffee break: 17.20 – 17.40

Le esperienze del territorio:

  • SERGIO LO CAPUTO, Presidente Sezione Regionale Puglia SIMIT
  • BEATRICE BECATTINI, Referente nazionale per le attività di promozione della salute dei Giovani CRI
  • VALENTINA VIGLIAROLO, Vice Presidente ARCIGAY
  • MARCO PEDRETTI, Rappresentante ANLAIDS
  • EMILIO STOLA, Rappresentante AOGOI
  • FRANCESCO MARCHIONNE, Consigliere Salute – CNG

Domande e saluti finali: 19.00 – 19.30

Moderatore dell’evento S.lla Anna Maria Colombani, Comitato Nazionale CRI