Attendi qualche secondo...

IL PERCORSO DI

Empowerment della gioventù

Ricerca e Analisi | Formazione | Confronto e Condivisione | Azione | Verifica

Day 1 / Stati Generali Gioventù

8 dicembre 2017 by GiovaniCRI
rocca-1200x751.jpg

San Donato Milanese, 8 dicembre 2017. Al via i lavori degli Stati Generali della Gioventù di Croce Rossa Italiana, che coinvolgeranno fino a domenica 10 dicembre più di 400 Giovani provenienti da tutte le Regioni italiane. Nel primo pomeriggio la plenaria di apertura, alla presenza dei rappresentanti di Croce Rossa e delle Istituzioni locali.

“Chi ha partecipato al percorso di crescita avvenuto negli ultimi anni ha sempre creduto nell’entusiasmo dei Giovani e nelle loro pazze idee. Permetteteci anche di sbagliare, perché per farlo ci vuole coraggio e solo sbagliando possiamo migliorare

è questa la richiesta di Gabriele Bellocchi Rappresentante della Gioventù e Vicepresidente Nazionale della Croce Rossa Italiana, che ha sottolineato, come questo sarà l’impegno dell’Associazione non solo per questi tre giorni di confronto, ma soprattutto per l’avvenire. Anche Rosario Valastro, Vicepresidente Nazionale della Croce Rossa Italiana ha sottolineato come l’Associazione abbia saputo fare tesoro delle idee rivoluzionarie della gioventù e come questa abbia seguito l’esempio dell’esperienza di chi in Croce Rossa lavorava da tanto.

“Diffidate di chi dice che i giovani sono il nostro futuro. No, i giovani sono il nostro presente, ci sono e mettono in campo un cambiamento che altrimenti non avrebbe nomeLuigi Bobba, Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha parlato così dei giovani e delle loro potenzialità, che si possono realizzare con “la concretezza di piedi ben piantati a terra, lo sguardo rivolto al futuro” e l’azione concreta e partecipata tra associazioni e Istituzioni, che non devono dimenticare le necessità dei territori.

La prima giornata di lavori è continuata con il coinvolgimento diretto dei ragazzi nei workshop che li hanno visti impegnati per tutto il pomeriggio. Hanno avuto l’opportunità di confrontarsi su tematiche che spaziano dalla Prevenzione delle emergenze alla diffusione di Principi e Valori Umanitari, dalla Cooperazione Internazionale alla Comunicazione verso la Gioventù, senza dimenticare Statuti e Regolamenti. I moderatori hanno potuto raccogliere i punti salienti emersi dalle discussioni attive per analizzare gli aspetti positivi e negativi del percorso svolto fino ad oggi e fissare un nuovo punto di partenza per i passi ancora da fare, focalizzandosi sugli argomenti che saranno oggetto delle decisioni da prendere durante l’Assemblea Nazionale di domenica.

Anche chi non è potuto essere presente ha rivolto un pensiero ai Giovani della Croce Rossa Italiana: Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute, Filomena Albano, Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, e Vito De Filippo, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, hanno inviato i loro messaggi di sostegno ai giovani coinvolti. Il loro augurio è che questi giorni siano un’esperienza di arricchimento e di crescita personale, affinchè le azioni intraprese possano portare a formare cittadini più consapevoli.

Francesco Rocca, Presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, ha infine augurato durante la seconda plenaria tre giorni ricchi di stimoli nuovi, per imparare ad andare oltre la cultura della divisione, per superare le resistenze ed essere compatti. “I risultati arrivano se si sa aspettare e lottare, tutto questo prende senso ogni volta che riusciamo ad avere impatto anche solo sulla vita di un singolo. Possiamo trovare nuove occasioni per raggiungere tutte le persone in necessità all’interno di una società sempre più mutevole e complessa”.

“Credo che il più grande scienziato di tutti i tempi sia Jules Verne, che con il suo continuo sognare ha saputo anticipare progressi scientifici di centinaia di anni. Siate i Jules Verne della nostra società: sognate e fate sognare!

questo l’augurio di Gabriele Bellocchi per l’inizio di un nuovo percorso d’innovazione e cambiamento.